OPPO Super VOOC: quanto è veloce rispetto agli altri?

25 Agosto 2019

Siete sempre di fretta? La ricarica via cavo è ancora oggi la strada più breve da percorrere! Al giorno d’oggi, la maggior parte degli smartphone è infatti in grado di sfruttare la ricarica rapida utilizzando l’alimentatore fornito in dotazione, ma OPPO ha una marcia in più rispetto a tutti gli attuali produttori.

Sebbene molti di essi dichiarino una ricarica della batteria velocissima, nessuno è ancora in grado di poter competere con la tecnologia Super VOOC di OPPO, in grado di fornire energia sufficiente per un’intera giornata in soli 20 minuti. Ma come si comporta rispetto alle altre tecnologie di ricarica? State a vedere!

Super VOOC contro tutti

Il team di Pocket-Lint ha deciso di sfidare la ricarica rapida di OPPO con un arsenale di ben 4 sfidanti, tutti capaci di sfruttare la ricarica rapida. Gli smartphone della lista comprendono:

  • OPPO RX17 Pro (ricarica Super VOOC);
  • Google Pixel 3 (18 watt);
  • Huawei Mate 20 Pro (40 watt);
  • OnePlus 6T McLaren Edition (Warp Charge 30 watt);
  • OnePlus 6 (20 watt di potenza).

Invece di elaborare uno scenario scientifico, è stato deciso che il modo migliore per condurre questo test è quello di mettere in carica tutti gli smartphone nello stesso momento dopo averli scaricati del tutto e monitorando lo stato di ricarica a determinati intervalli di tempo (5, 10 e 20 minuti).

SuperVOOC subito in testa dopo 5 minuti

Negli anni precedenti, collegare il telefono per soli 5 minuti si sarebbe rivelato del tutto inutile, ma con la tecnologia Super VOOC di OPPO non è più così: ciò che il produttore ha dichiarato è vero e il test condotto non ha certo deluso le aspettative.

Mentre il OnePlus 6T standard non è riuscito nemmeno ad ottenere abbastanza energia per potersi accendere, il Pixel 3 (il dispositivo con la batteria più piccola) ha raggiunto il 5%. D’altra parte, le tecnologie di ricarica più recenti hanno prodotto molto di più: OnePlus 6T McLaren Edition con il suo adattatore Warp Charge da 30 watt è arrivato al 12%, mentre il Mate 20 Pro era circa all’11%.

Inutile dire che OPPO RX17 Pro si è dichiarato subito vincitore, ottenendo un sorprendente 22% dopo 5 minuti! Dunque, per riassumere:

  • OnePlus 6T: ricarica non sufficiente
  • Google Pixel 3: 5%
  • OnePlus 6T McLaren Edition: 12%
  • Huawei Mate 20 Pro: 11%
  • OPPO RX17 Pro: 22%
oppo-find-x-lamborghini-edition-super-vooc-enabled-1

OPPO Find X Lamborghini Edition è uno dei pochi a poter sfruttare il Super VOOC / OPPO

Risultato dopo 10 minuti

Essendo partiti così bene, sarete sicuramente entusiasti di vedere il distacco che ha creato la tecnologia Super VOOC dopo altri 5 minuti. Ecco la situazione dopo in tempo di ricarica complessivo di 10 minuti:

  • OnePlus 6T: 7%
  • Google Pixel 3: 12%
  • OnePlus 6T McLaren Edition: 24%
  • Huawei Mate 20 Pro: 26%
  • OPPO RX17 Pro: 43%

Come potete vedere, lo smartphone di OPPO ha quasi raggiunto la metà della ricarica complessiva, mentre il suo concorrente più vicino si trovata a malapena ad un quarto. Con un livello di ricarica tale, OPPO RX17 Pro potrebbe già permettervi di affrontare un’intera giornata lavorativa.

oppo-rx17-pro-super-vooc-enabled-2

20 minuti dopo…

Al 20° minuto, le prestazioni ottenute dal dispositivo di OPPO ha praticamente ridicolizzato tutti gli altri, nonostante nessuno di essi sia effettivamente così lento come si potrebbe pensare. Giudicate voi il risultato dopo 20 minuti di ricarica:

  • OnePlus 6T: 24%
  • Google Pixel 3: 26%
  • OnePlus 6T McLaren Edition: 47%
  • Huawei Mate 20 Pro: 52%
  • OPPO RX17 Pro: 76%

Con il superamento dei tre quarti di ricarica completa, i suoi concorrenti più vicini erano a malapena a metà, mente gli altri due dispositivi dotato di tecnologia di ricarica più vecchia si trovavano a circa un quarto.

A questo punto vale però la pena ricordare che la batteria di Huawei Mate 20 Pro è considerevolmente più grande rispetto a quella presente sull’OPPO RX17 Pro, ben 500 mAh in più da riempire.

oppo-rx17-pro-super-vooc-enabled-3

Ricarica completa: Super VOOC distrugge la concorrenza

Dopo aver visto il dispositivo di OPPO superare i tre quarti dell’obiettivo dopo soli 20 minuti, eravamo curiosi di sapere dopo quanto tempo avrebbe raggiunto la carica completa. Ebbene, giudicate voi il risultato:

  • OPPO RX17 Pro – circa 38 minuti e 28 secondi
  • OnePlus 6T McLaren Edition – circa 1 ora, 2 minuti e 42 secondi
  • Huawei Mate 20 Pro – circa 1 ora, 6 minuti e 25 secondi
  • OnePlus 6T – circa 1 ora, 18 minuti e 48 secondi
  • Google Pixel 3 – circa 1 ora, 42 minuti e 20 secondi

OPPO RX17 Pro si è ricaricato completamente in meno di 40 minuti, mentre il suo rivale più vicino, alla fine, si è dimostrato OnePlus 6T McLaren Edition che si è ricaricato in circa 24 minuti più lentamente.

Huawei Mate 20 Pro invece si è comportato in modo interessante: si è ricaricato abbastanza velocemente in fase iniziale, per poi rallentare verso la fine, probabilmente anche a causa della batteria con maggiore capacità.

oppo-super-vooc-charger-1

È possibile usare il Super VOOC su tutti gli smartphone?

Purtroppo no, non potete semplicemente collegare il vostro smartphone ad un caricabatterie Super VOOC e presumere che riempirà la batteria alla stessa velocità. Questo perché OPPO sfrutta una tecnologia proprietaria che sfrutta la potenza dell’alimentatore, ma equipaggia i suoi smartphone compatibili con una batteria diversa dalle altre, cioè divisa in due celle separate.

Avete mai provato la ricarica Super VOOC? Cosa ne pensate di questa tecnologia? Fateci sapere qui sotto nei commenti!

0 commenti

Invia un commento

Ultime news

Guide e trucchi

daMobol

Il punto di riferimento della community OPPO